Cooking

RISTORArTE

Ellenic – Experience – Emotional

BANCHETTO PITAGORICO

 Di cosa si tratta:

Avere l’onore di degustare pietanze afrodisiache come quelle Pitagoriche è sicuramente un’occasione importante ed esclusiva che si può rivivere anche ai giorni nostri, da sempre, soltanto qui, a Metapontion, dove il grande maestro Pitagora, con il suo sapere e la sua saggezza, pose il giusto significato e la giusta importanza ad ogni alimento da lui ritenuto “commestibile”. Da questi, è nato così il Menu Pitagorico, frutto di gusto, emozioni, ellenismo, dimensioni extrasensioriali dal sapore originale e afrodisiaco. Non a caso è la terra dell’antica Magna Grecia.

L’attenzione per il gusto prelibato, il dettaglio e il particolare: Pietanze dal sapore intenso e gustoso, che avrete l’opportunità di assaporare soltanto recandovi da noi, proprio qui, nell’antica Metapontion. Di certo gli ingredienti non ve li sveleremo in questa newsletter, ma vi aspettiamo qui a Metapontion per la vostra degustazione in tutta serenità in uno dei luoghi di culto divino- Pitagorico della Magna Grecia da sempre più ambiti e conosciuti.

Potrete degustare il BANCHETTO  PITAGORICO ESCLUSIVAMENTE A METAPONTO (MT), presso:

 

  • il Ristorante “IL RISTORO DEL GUERRIERO”, Via Laveran, 9

CHEF: Antonio Iaudazzi

 

  •     “HOTEL PALATINUM”, STRADA STATALE 106 IONICA

CHEF: Salvatore Colucci

Il BANCHETTO PITAGORICO si propone con piatti dagli ingredienti base che di seguito vi sveliamo, assieme al significato pitagorico che ognuna delle pietanze componenti rappresenta:

MENU

  1. L’ORO DI APOLLO (ceci, prezzemolo, pecorino, pangrattato, olio di oliva, sale) Il piatto è indicato con il numero 1, simbolo del principio, dell’essenza per eccellenza, ciò che dà vita e accende: ad esso, nella numerologia pitagorica, corrisponde il Sole.
  2. NUBI DELL’ELICONA (ricotta, uova, farina 00, olio di oliva, sale) La pietanza ci trasporta idealmente sulle cime dell’Elicona, sacra dimora delle Muse, divinità femminili ispiratrici di arti e scienze. Nella numerologia pitagorica il 2 si associa a Selene, la luna e al suo chiarore, che ispira alla meditazione e alla riflessione. Proprio il bianco è il colore prevalente di questo piatto, il colore del latte, ma anche delle nubi e della luna che illumina le notti sulle terre della madre Megale Hellas.
  3. ALCHIMIA DELL’IMETTO (pecorino, miele) Un piatto che enfatizza il contrasto degli opposti: il gusto intenso del formaggio, tipico e la dolcezza del miele. L’Imetto, massiccio della Grecia, è noto fin dall’antichità per la produzione di questo nettare, poi importato nella Magna Grecia grazie agli operosi apicoltori achei. Il piatto si identifica con il numero 3, associato a Zeus, che proprio di miele e latte si nutrì nella prima infanzia. Rappresenta il KAIROS, la fortuna, la capacità di essere al posto giusto nel momento giusto.
  4. SOFFIO DI URANO (pane, formaggio vacchino, rape, olio di oliva, sale, pepe) Soffice vivanda che richiama nel colore e nella forma “il pianeta verde”, Urano. Il 4 è il numero pitagorico della bellezza, affascinante, capace di attrarre a sé gli eventi e di aggregarli armoniosamente nel cosmo. Per il Greci, Ouranos era il cielo.
  5. VORTICI COSMICI (zucchine grigliate, acciughe, pomodorini, prezzemolo, olio di oliva, sale) Un piatto che coniuga la delicatezza dei prodotti della madre terra e la sapidità dei frutti dello Ionio, ridimensionando così il rigore vegetariano del maestro. Concetti questi evocati dal 5, numero dell'umorismo, dell’allegria, della leggerezza.
  6. CRAPIATA PITAGORICA ( grano, farro, cicerchie, ceci, lenticchie, fagioli, patate, sedano, pomodorini, carote, cipolla, olio di oliva, sale, pane tostato casereccio) Piatto che, nella timida frugalità e semplicità dei suoi ingredienti. svela i più profondi legami con Afrodite, dea dell'eros e del risveglio della natura, rappresentata dal numero 6. La pietanza è purificata del cibo che il Maestro riteneva empio, perché fonte di ogni male.
  7. AURORA DI TYMICHA (zucca rossa, patate, uova, pecorino, pangrattato, prezzemolo, olio di oliva, sale, pepe) I colori di questo piatto sono quelli di un'aurora particolare, quella di Tymicha. Tymicha era una donna spartana che si recava da Taras a Metapontion per ascoltare gli insegnamenti della scuola pitagorica. Catturata dai soldati di Dionisio, tiranno di Siracusa, preferì tranciarsi la lingua, pur di non rivelare i segreti del Maestro. Tymicha incarna perfettamente i valori legati al significato del numero 7: Sensibilità, Rispetto, Fantasia.
  8. TRIANGOLO DELL’HERAION (farina di grano Senatore Cappelli, asparagi, rafano, pomodorini, olio di oliva, pepe) Il triangolo, figura geometrica per eccellenza legata a Pitagora ed al suo celebre teorema, fonde in questa pietanza tre eccelsi prodotti della terra. L’Heraion è la scuola del maestro, simbolo di Metaponto e luogo tenacemente difeso dalle Naiadi, creature dai poteri meravigliosi. Calma interiore e capacità di analisi degli avvenimenti sono le qualità legate al numero 8.
  9. ARMONIA MEDITERRANEA (patate, seppe, melanzane, zucchine, farina 00, prezzemolo, olio di oliva, sale) Il 9 è il numero del mistero racchiuso in questa fusione di sapori e profumi, dell’esoterismo, della ricerca e della scoperta che ispirano la vita e l’esperienza di Pitagora. Uomo del Mediterraneo che viaggiò per trovare, infine, l’anelata armonia nella gloriosa terra di Metapontion.
  10. LACRIME DI TEANO ( farina 00, uova, olio di oliva, sale, zucchero, vino bianco, miele, mandorle) Il banchetto si conclude con un doveroso tributo a Theano, donna simbolo della filosofia stessa, allieva, compagna e centro della vita del maestro, di cui fu la più illustre erede e continuatrice. Le sue lacrime sono emblema della lunga e avventurosa esistenza di Pitagora, segnata da gioie, sofferenze e dalla costante presenza della sua famiglia. Che mai lo abbandonò, neppure quando allontanato da Crotone, nel suo ultimo viaggio venne accolto con ogni onore a Metaponto.

 

  • PANE PITAGORICO (farina di grano duro, olive, origano, olio di oliva, sale)
  • PINZIMONIO DI VERDURE (finocchio, carote, sedano, limone, olio di oliva, sale)
  • FRUTTA SECCA (arachidi, nocciole, mandorle, noci)
  • BEVANDA PRINCIPALE: Vino rosso.

 

Cosa aspettate? Venite a trovarci, VI ASPETTIAMO!

METAPONTO EXPO:  ELLENIC – EXPERIENCE – EMOTIONAL